Accreditamento d’Eccellenza

accreditamento-eccellenzaResponsabile: E. Marchitelli con la collaborazione di G. Lessiani

La SIAPAV ha avviato nel 2002 un programma di accreditamento di eccellenza che identifica le Strutture Sanitarie che operano secondo gli standard di qualità.

Caratteristiche principali dell’accreditamento di eccellenza sono quelle di essere un processo volontario, organizzato e gestito dalla SIAPAV ed essere finalizzato al miglioramento continuo della qualità attraverso l’adesione ad una serie di requisiti e/o criteri di qualificazione , che rendono misurabile e valutabile la qualità della attività svolta e il suo miglioramento.

Il manuale per l’accreditamento prevede una serie di requisiti che riguardano vari aspetti della qualità del sistema organizzativo. Questo manuale e gli allegati per la richiesta di accreditamento sono disponibili e scaricabili sul sito societario nella sezione riservata agli iscritti e riguardano le Unità Operative, gli Ambulatori specialistici territoriali e Laboratori di diagnostica vascolare e gli Ambulatori privati. I requisiti da considerare per l’autovalutazione e per la successiva visita di verifica sono ovviamente diversi a seconda del grado di complessità della struttura.

Sono state già accreditate le seguenti Strutture Sanitarie:

1) U.O.C. Angiologia – Ospedale S. Giacomo Apostolo – Castelfranco Veneto (A. Visonà)

2) U.O.C. Angiologia – Azienda Ospedaliera Padova (G.M.Andreozzi)

3) U.O.D. Angiologia – Ospedale Luigi Sacco – Milano (M. Catalano)

4) U.O.S. Angiologia – Presidio Vimercate (G. Arpaia)

5) U.O.D. Angiologia – ASL Salerno – Osp. G. Fucito – Mercato S. Severino (V.Prisco)

6) U.O.C. Angiologia – Osp. S.Orsola Malpighi – Bologna (G.Palareti)

7) Ambulatorio di Angiologia S. Anna Hospital – Catanzaro (E. Diaco)

8) Centro di Angiologia Eugheia – Roma (N.C. Moricca)

 

Per richiedere l’Accreditamento di Eccellenza SIAPAV è necessario compilare il modulo di domanda e scaricare il manuale. A ricevimento della domanda la Segreteria SIAPAV provvederà all’invio della griglia di autovalutazione che il responsabile del centro richiedente dovrà compilare e rinviare.